4 Lago di garda
Hai un codice di prenotazione? PAGA ONLINE / CHECK IN »
Richiedi informazioni CONTATTACI »

Lago di garda

È il maggiore dei laghi italiani e si trova in una posizione geografica particolare che crea un clima molto piacevole ed unico. Il lago è diviso dal fiume Adige attraverso il massiccio del Monte Baldo; a nord il lago si presenta stretto e ad imbuto mentre a sud si allarga, dove viene circondato dalle colline moreniche.

Il territorio che lo circonda è costituito da un susseguirsi di colline e piccole aree pianeggianti, ambienti di grande importanza dal punto di vista naturalistico, che presentano una vegetazione tipicamente mediterranea e un’avifauna molto caratteristica.

 

SUPERFICIE            Kmq 369,98

LUNGHEZZA           Max Km 51,60

LARGHEZZA           Max Km 17,20

PROFONDITÀ          Max m. 346

PERIMETRO            Km 158,40

ALTEZZA S.L.M.      m. 65

 

TEMPERATURE ACQUA E ARIA

 

                                        


MESI 
 
    
ACQUA
 
    
ARIA
 
Dicembre-Febbraio   6°-10°  5°-15°
Marzo-Maggio   9°-18°  15°-24°
Giugno-Agosto  17°-27°  24°-32°
Settembre  17°-22°  20°-28°
Ottobre-Novembre  10°-15°  10°-20°

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                

 

Il Lago di Garda offre, oltre al relax di una vacanza balneare, un ambiente naturale davvero unico per chi desidera approfondire la conoscenza del territorio che lo ospita; Parchi, giardini, valli, montagne , scogliere a picco sul lago e dolci colline moreniche offrono molteplici possibilità di stare a contatto con la natura.

Le terre del Lago di Garda sono ricche di un patrimonio incomparabile: visitare questi luoghi significa immergersi in un viaggio attraverso la storia, i colori e i sapori, alla scoperta di una delle più affascinanti località d’Italia. Il Parco dell’Alto Garda Bresciano comprende molti di questi luoghi splendidi, vi suggeriamo di scoprirlo.

 

                                 

 

PARCO DELL’ALTO GARDA BRESCIANO

 

Istituito nel 1989, occupa una superficie di circa 38.000 ettari e comprende i territori dei comuni di Salò, Gardone Riviera, Toscolano Maderno, Valvestino, Magasa, Gargnano, Limone sul Garda, Tignale e Tremosine. A differenza degli altri Parchi ritagliati in zone sostanzialmente omogenee e con interesse prevalentemente naturalistico, il Parco gardesano è caratterizzato da forti contrasti ambientali: altimetrici (dai 65 m del lago ai quasi 2000 m delle montagne più elevate), climatici, vegetazionali (della macchia mediterranea agli endemismi rupicoli subalpini). E la storia ha esaltato ancor più tali differenze a causa del diverso sviluppo delle singole aree, in particolare dell’entroterra, rimasto sempre legato ad una economia di montagna, a differenza della fascia costiera, storicamente interessata da precoci e variate attività produttive di respiro ben più ampio; le antiche colture interessata da precoci e variate attività produttive di respiro ben più ampio; le antiche colture intensive specializzate dell’olivo e degli agrumi, le fiorenti attività mercantili, protoindustriali e industriali, la più recente, ma pur sempre precoce, valorizzazione turistica. E’ questa, in effetti, la vera novità del Parco gardesano: gli elementi di interesse ambientale si uniscono ad un ingente patrimonio storico e culturale. I numerosi abitati, con episodi di alto valore artistico e testimoniale, si articolano in una gerarchia che va dal centro con funzioni urbane(Salò), alla villa rinascimentale o settecentesca, alla città del primo turismo d’élite (Gardone Riviera), alle minuscole frazioni di un insediamento rurale e montano diffuso. Gli Importanti segni di archeologia industriale (la Valle delle Cartiere, il villaggio operaio di Campione) si affiancano alle originali architetture rurali delle limonaie o ai fienili di arcaica struttura dei Prati di Rest, sino alle prime testimonianze di un paesaggio del turismo (ville e alberghi di fine secolo, lungolaghi, ecc.).